Nessuna mamma puo protestare di un ragazzo cosicche la riempie di attenzioni»

«Vero. Non potrei giammai lamentarmi di te. Malgrado, chi devo ringraziare per questa dosature di carinerie?» La lascio andare e mi scompiglia i capelli.

«Va bene, hai vinto. Ho trovato un attivita, genitrice. Gregory, il proprietario della palestra cosicche frequento, mi dara la possibilita di sostenere un personal trainer. Lavorero e imparero compiutamente sulla salute e sul prosperita. University of Lincoln, sto arrivando! Faro pratica e diventero il migliore in quel campo». Ho diciassette anni, e una grande motivo a causa di me. Mia madre mi avvolge per un abbraccio. Il proprio essenza e oltre a dolce di una blandizia.

«Tesoro, sono alquanto opportuno a causa di te. Sei un Graham. Sono sicura giacche riuscirai per intuire il tuo allucinazione. Ma tuo babbo. » Si blocca, non termina la espressione. L’uno e l’altro sappiamo atto vuole manifestare. Mio genitore si opporra, ne fara un avvenimento di situazione.

«Mamma, ti prego. Non mi interessano i suoi progetti. Non ho volonta di agire nella finanza». Non esiste. Non rinuncero al mio sogno.

Ripugnanza colui gonzo ambiente, accaduto di ressa avida e in assenza di scrupoli. Venderebbero l’anima al perverso pur di aumentare le loro ricchezze.

Incrocio le braccia

Non saro mai che mio babbo, il potente Williams Graham. La sua pretesto e favola. Dottore alla “London School of Economics” con un master mediante saggezza, ha lavorato per varie banche commerciali londinesi davanti di addestrare il conveniente originario hedge fund (base teorico), reinvestendo gli utili l’anno seguente nel adatto secondo hedge fund. Paroloni finanziari verso pezzo, ringraziamento alla sua propensione, e stimato a organizzare un egemonia, fondando la “Graham Fund Management”. E pubblico come l’uomo che ha sbancato la monte d’Inghilterra all’epoca di il mercoledi negro (16 settembre del 1992), guadagnando con un celebrazione semplice una ammontare stimata sopra 1,1 miliardi di dollari.

La sua astro mi perseguita da quando sono nato. Il mio stirpe e la mia prigione. So di succedere un aiutato. Non sono tanto nefando da non trovare in quanto esiste chi ucciderebbe per abitare al mio ambiente. Ma dote, nonostante, la emancipazione di poter designare. Di poter cercare i miei sogni a omettere dai pregiudizi perche mi qualificano chiaro discendente del conveniente dominio.

Non mi lamento della mia persona

Non mi interessa affare pensa quella ressa. Io non sono mio autore e no lo saro. Io sono George. Ho i miei sogni e le mie ambizioni.

«Lo so, prediletto. Non preoccuparti, ci parlero io con tuo caposcuola. Si arrabbiera, ciononostante alla perspicace e la tua energia. Non spetta verso lui decidere». In precedenza prevedo lo scontro. Mio caposcuola e sciocco, il piuttosto delle volte, eppure mia mamma sa mezzo farlo arrendersi.

Rosaline Cox, detta Rose. E una cerchia rara, adatto mezzo il proprio fama. Il mio angelo, la mia rupe e il mio morbido stemma. La colf che ha posto per ginocchio il ricco finanziere. La piccola fioraia dai capelli rossi cosicche e vittoria verso far nascere l’erba nel centro scarno del banchiere. Si sono conosciuti nel faccenda ove lavorava la mamma, intanto che la allenamento di un bouquet destinato alla fidanzata di allora di babbo. Mia genitrice definisce il loro convegno un botta di folgore mediante il scoppio. Soltanto un persona buona mezzo lei puo adattarsi un austero modo lui. Quantunque le nostre infinite eventualita, viviamo per aperta promozione, non lontani da Londra. La nostra sede e una consueto dimora per mezzo di un vivaio grandissimo sul rovescio. Mia madre lo cura in uso meticolosa, dando cintura per fiori rari durante casto diletto.

«Prima cosicche mi dimentichi. Ha chiamato Kate. Affinche non le dai una facolta? E dunque carina e gentile». Sbatte i suoi occhioni da cucciola. Ragione Kate chiama verso domicilio nostra? Mia mamma non puo acconsentire le pazzie di quella fanciulla. Lei non la conosce. Non sa di avvenimento e idoneo la “gentile Kate”.

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *